06 febbraio, 2007

La città e le opere

(Oggi siamo a Berlino, quello dietro è il Reichstag)
Piccolo aggiornamento al 10 feb: molte persone non sono riuscite a vedere il filmato. Quindi va spiegato che il palazzo alle mie spalle non sta a Berlino perché è il lato di Palazzo Reale che dà su via Acton e quindi siamo a Napoli. Tutti quelli che mi hanno fermato chiedendomi conto del mio viaggio a Berlino sono stati vittime di uno scherzo un po' cretino.



(trascrizione per i non cablati)
Questa città si sta trasformando ultimamente. Ci sono grandi opere,
stadi, spiagge, centri benessere. Il nostro popolo sarà gratificato
da grandi opere.

Sono allibito dal fatto che hanno fatto una campagna elettorale,
istituito degli asssessorati strategici ricoperti da noti oppositori
di estrema sinistra, sulla base di un piano strategico e di un piano
regolatore che è stato esaltato durante la campagna elettorale e
infine dai famosi cento progetti che sono st
ati presentati al presidente del consiglio all'avvio del governo di
Rosa Russo Iervolino. Tutte le cose di cui si sta parlando, a partire
dallo stadio di Scampia, non si trovano in nessuno di questi documenti.
Quindi non solo non si parla con i cittadini, non solo non è
all'ordine del giorno del consiglio comunale, non ci sono spazi
pubblici per questo, ma va sui giornali a seconda di come si sveglia
tizio o sempronio. Questa è la situazione e nessuna altra città, nè
in Italia né all'estero sta in queste condizioni di assenza di
procedure non dico democratiche, ma accettabili, decenti.

Rifondazione comunista ha posto una questione - e la lodo per questo
- sulla colmata di Bagnoli: forse non conviene. E comunque va fatto
uno studio per vedere i costi, l'impatto ambientale. Subito gli hanno
dato addosso tutti quelli che in qualche modo hanno bloccato
qualunque rapporto dei cittadini di Bagnoli con il Piano Bagnoli con
la P maiuscola. In realtà quello che io sospetto è che questo è il
modo per fermare tutto e per continuare a fare gli affari loro.

La discussione prosegue su Decidiamo insieme dove c'è anche ricca documentazione.

5 commenti:

Giuseppe Balsamo ha detto...

Che peccato capire tardi le cose...
Finalmente questo è il modo giusto di comunicare il dissenso...
Spero che non sia troppo tardi per capirlo...
Rompiamo ogni resistenza ed ogni inutile pudore... altro che "filosofia" del welfare... tra poco se non agiamo concretamente, se non ci facciamo sentire, ci mancherà la terra sotto i piedi...
Finiamola di elemosinare le briciole del tavolo dei "grandi" capuscoli e capetti... ora dobbiamo semplicemente conquistarci tutto il tavolo...
poche chiacchiere...
meno salotto...
facciamo cose che la gente vede...condivide e sente...
Gradirei risposte...
Sono stanco di gridare ai sordi...dentro e fuori Decidiamo Insieme...
Il futuro non è un proclama...il futuro è la nostra durissima lotta per conquistarci un futuro dignitoso...
Il potere si sciogierà come neve al sole... saranno spazzati dalla pioggia che laverà l'onta di questa catastrofica inconcludenza...
Napoli ha bisogno di sviluppo e di lavoro vero e produttivo...di prospettive di crescita e di legalità...
Gli imbecilli di Napoli non sono veramente imbecilli e neppure furbi... gli imbecilli sono semplicemente in mala fede...
...e mentre parliamo altri giovani vanno via...altre aziende chiudono...altra camorra ed altra "merda" nasce...mentre Napoli, la sua storia, il sangue, l'orgoglio ed il dolore dei nostri padri muoiono...
Caro Marco...il tempo delle chiacchiere è scaduto da più un secolo...
Un saluto a tutti quelli che, come me, vogliono da domani un destino di Napoli diverso da questo...destri o sinistri che siano...partiti democratici e arrivati monarchici o trasversali che siano...

"A coloro i quali "sanno", i quali conoscono la "verità" e credono di avere il dovere di attuarla, noi dobbiamo opporre il principio che noi conosciamo la verità solo se e finché abbiamo la possibilità di negarla; che il solo criterio della verità politica, come di ogni altra verità, è il diritto illimitato di discutere le regole accettate nel costume o nelle costituzioni scritte, di criticare gli ordinamenti esistenti e gli uomini al potere, di adoperarsi per mutare gli uni e per cacciare gli altri di seggio, il diritto delle minoranze di trasformarsi, in virtù di persuasione, in maggioranze". (Luigi Einaudi - Prediche Inutili)

Federica ha detto...

Dalla tristezza delle parole di Giuseppe prendo spunto per una domanda che mi è venuta in mente per tutta la durata di quest'ultimo ed interessante video di MARCO. Posto che quello che accade nella politica locale oggi..non è giusto..non si può fare un piano regolatore fare di questo l'unico vessillo della campagna elettorale e poi dimenticarsene e decidere una programmazione attraverso ovvie logiche di guadagni e di poteri. Dei vari megaprogettoni di cui tanto si sta parlando veramente non ne sentiamo alcun bisogno...Bhè mi chiedevo posto ciò..visto che in tal modo sia vìola..con queste logiche il più banale dei principi che sottende ad una democrazia....NOI CHE POSSIAMO FARE PER ESPRIMERE DISSENSO E PER RENDERE TUTTI PARTECIPI A TALE PROTESTA? Un caro saluto e vi ringrazio fin d'ora se otterrò anche solo un accenno di risposta.

Anonimo ha detto...

ciao

Giuseppe Balsamo ha detto...

Cara Federica, con piacere Ti rispondo...
Informiamo...creiamo un nostro organo di informazione che non sia soltanto web... parliamo alle persone che non sanno cos'è un pc... facciamo loro vedere come funziona il mondo civile... facciamo loro sentire tutto quello che in termini di ricchezza, prospettive, lavoro e sviluppo l'incapacità di questa amministrazione ci ha sottratto...

Quanto ci costa negare un futuro dignitoso ai nostri figli...

Quanto ci costa in termini di vite e famiglie spezzate...quanto ci costa in termini di crescita della criminalità... quanto ci costa in termini di scadimento della qualità delle nostre vite...

Questo modo di amministrare la nostra città toglie il futuro a noi giovani...soffoca...stravolge...svilisce e distrugge ogni speranza ed iniziativa di sviluppo...

Questo è il costo della nostra amministrazione...questo è il costo di un opposizione assolutamente inetta...

Tutti insieme progettano stadi...megaprogetti e megacomplessi...sempre più grandi ed ambiziosi... fanno in modo che questi progetti divorino le risorse utili, l'ossigeno necessario a creare sviluppo, futuro, sicurezza, occupazione....

Vi ricordate dei miei vecchi post ?
Eccone uno interessante...
http://www.decidiamoinsieme.it/forum/viewtopic.php?p=20#20

Ecco come ci stanno togliendo il futuro... ecco quello che secondo me, attraverso noi, cittadini tra i cittadini, la gente deve insistentemente sapere...

Ecco da dove deve partire lo sdegno, ecco da dove può cominciare una civile, cosciente e democratica ribellione...

Tutto il resto mi sembra solo spocchioso salotto !!!

Anonimo ha detto...

Cari Giuseppe e Federica,
volete crerare opportunità di cresicat per ragazzi a rischio? per persone normalmente disagiate?
Avrei un progettino che da solo non posso portare avanti; volete darci una mano?
sono il presidente di Compagni di Viaggio ONLUS.
ci occupiamo di umanizzazione delle strutture sanitarie in Campania; abbiamo un bel porgetto in avanzato stadio di "decomposizione".......scherzo; in avanzato stadio di realizzazione.
Una ns consocia ha rilasciato un'ampia intervista pubblicata su www.napoliontheroad.it; potreste leggerla per entare un po' nell'argomento.
Stiamo per avviare un pezzo del ns progetto nell'ospedale san giovanni bosco di Napoli;lì si potrebbe far partire una piattaforma che coinvolga i ragazzi in età scolare di secondigliano e scampia, attraverso una serie di sinergie.
tutte cose già esistenti.
Noi da soli non ce la possiamo fare, anche perchè abbiamo uno statuto da rispettare.
mi potete contattare quì o al mio address fabrizio@compagnidiviaggioonlus.org
grazie
fabrizio